Blog

Fixing a Hole

Ebbene sí, é la famosa canzone dei Beatles, che anche se un po' sí un po' no rispecchia il mio stato d'animo in questo momento, mi gira in testa come un disco rotto, sará perché voglio materialmente riempire di colore la mia nuova casa, e posso, o sará perché proprio non trovo l'altra scarpa (eppure era lí, l'ho usata l'altro giorno!), ma c'é sempre lei a suonare e ricordarmi che non importa se ho torto o ragione: where I belong I'm right, e questa meravigliosa sinfonia a 4 é il posto a cui appartengo, nonstante qualche stonatura.

 

Questo é quello che sto facendo ora, tra un cartone da sistemare e la ricerca della scarpa dispersa...

 

Yes, it's the famous song of the Beatles, which yes&no reveals my mood in this moment and it plays in my mind as a broken record, maybe because I would like to paint physically my new house, and I can, or because I just can't find the other shoe (but it was there, I used the other day!!), but there is alway this song remebering me that it really doesn't matter if  I'm wrong I'm right, where I belong I'm right, and this wonderful synphony in 4 is where I belong, despite some false notes.

 

This is what I'm making now, between a box to empty and a shoe to find...

 

Así es, es la famosa canción de los Beatles, que un poco sí un poco no revela mi estado de animo en ewste momento, y que toca todo el tiempo en mi cabeza como si fuera un disco roto, quizás porqué me gustaría realmente pintar mi nueva casa, y puedo, o porqué no mencuentro el otro zapato (pero estaba allí! lo puse el otro día!!), pero siempre hay esta canción recordadome que realmente no importa si  tengo o non razón, where I belong I'm right, sinfonía a 4 es donde pertenezco, no obstante algunos desafínos.

 

Esto es lo que estoy haciendo ahora, entre una caja que vaciar y un zapato que encontrar...

dom

20

lug

2014

Tutto scorre

leggi di più 0 Commenti

dom

01

dic

2013

Cosa guardo

Ciao a tutti!

voglio iniziare questo blog condividendo alcune cose che ho trovato nel web e che mi hanno colpito per la forza che trasmettono, per l'idea di arte che hanno queste persone: idea che ammiro e condivido e che vorrei arrivare a diffondere anche con il mio di lavoro (un giorno, più in là o più in qua, chissà...).

Insomma, mi piacciono, secondo me sono bravi nel concepire l'idea e nel relizzarla, sono padroni delle tecniche che utilizzano e questo per me è evidente e mi dà coraggio e forza nella sperimentazione e nell'espressione: mi dico che bisogna osare senza necessariamente usare la trasgressione, la provocazione o lo shock se queste sono solo fini a se stesse, perchè l'arte è comunicazione e la comunicazione per essere tale deve permettere lo scambio, non mettere solo sulla difensiva. Bueno, segùn mi modesta opiniòn... alguien a lo mejor la vee de otra forma...

 

Si tratta di artisti del vetro o di altri materiali:

 

 

Aron Demetz e le sue Disdressed wood figures

 

New Distressed Wood Figures by Aron Demetz wood sculpture

 

qui potete trovare l'articolo completo dal sito this is colossal, che di per sè è già molto interessante.

 

La bellissima onda oceanica di Mario Ceroli, in lastre di vetro float incollate tra loro. L' articolo completo è qui

 

Giant Ocean Waves of Wood and Glass by Mario Ceroli wood waves water sculpture ocean glass

 


Ora invece un'artista (o artisti) del borosilicato: realizza per la maggior parte water-pipes, ma dimostra una padronanza di questo materiale che difficilmente ho visto altrove... insomma il borosilicato permette di fare tante cose, ma i bulldozer sinceramente non credevo...

A voi, su Tumblr:

High End Glass Art

 

Infine Mark Wagner, che taglia e ritaglia ogni singolo pezzo di dollaro per creare altro, e il suo pensiero riguardo al suo lavoro:

 

 

Mark Wagner - Money is Material from The Avant/Garde Diaries on Vimeo.

0 Commenti

mar

11

giu

2013

Benvenuti al sito di Magma

benvenuti al sito di Magma di Mariagrazia Mazzone

0 Commenti